Tag: libri

RACCONTI DISATTENTI

L’editoria italiana rivolta alla gioventù presenta una positiva ma timida apertura alle tematiche LGBT. I libri per bambini e bambine però sono scelti e comprati dai genitori o da persone adulte principalmente eterosessuali. Che cosa succede quando parlano di sviluppi atipici dell’identità di genere?

Leggi di più

GRAZIE IRRAGGIUNGIBILI

In un paese del nostro meridione dimenticato dal progresso e dalla civiltà, quattro esistenze cercano un nuovo approdo che le allontani dalla disperazione in cui galleggiano. Sacro e profano fanno da cornice ad atti di violenza contro cui la speranza è destinata a infrangersi.

Leggi di più

PIACERI DI CAMPAGNA

Un eccitante romanzo ambientato nell’Inghilterra di metà Ottocento racchiude un discorso più vasto, valido anche ai giorni nostri, sulle questioni riguardanti il desiderio e la libertà. Non solo raffinate descrizioni delle varie possibilità di relazione carnale, anche l’amore alla fine può riuscire a trionfare.

Leggi di più

SERPI IN SENO

Una donna lesbica commissario di polizia tornata in servizio a Roma deve risolvere un inspiegabile doppio omicidio. Un’indagine che ha inizio in una fredda notte di dicembre e che le insegnerà il valore della giustizia.

Leggi di più

FIORE D’ALGERIA

Uno scrittore omosessuale e trasgressivo, critico della morale borghese e cristiana portata dai francesi nel suo paese. Riconosciuto a livello internazionale, ha lasciato un’opera letteraria considerevole una parte della quale è rimasta inedita in Italia. Un libro colma la lacuna e permette di meglio comprendere la sua vita tormentata al servizio della poesia e della sua amata nazione.

Leggi di più

FRAGOLE PER TUTTI

Mettersi a produrre frutta o verdura in casa è un gioco da ragazzi, anzi da bambini, soprattutto se c’è chi ti insegna a farlo passo a passo, con amore e senza stereotipi di genere. Dalla Svezia un bell’esempio di civiltà sotto forma di favola moderna.

Leggi di più

VITE IN PRIGIONE

Una bellissima lettera aperta traccia il racconto di uomini costretti a negare la propria omosessualità nella chiusa vita di provincia degli anni ’50. Esistenze votate alla prudente mediocrità in un’Italia che non perdonava i “diversi” spingendoli all’infelicità e alla solitudine.

Leggi di più
Caricamento in corso