Tag: Fuori

PRE GAY – GAY – POST GAY

Mentre Orietta Berti nel tormentone estivo 2021 canta di labbra rosso Coca-Cola, bibita che in Italia ha sponsorizzato tre pride ma non si espone pubblicamente come fece in Svizzera nel 2020, l’approvazione del DDL Zan resta appesa a un filo che probabilmente si spezzerà in autunno. Chi s’interessa di noi? Forse nemmeno noi, se non per guardare con nostalgia al nostro passato che fu.

Leggi di più

INSOLITI NOTI

Nel cinquantenario della nascita del movimento omosessuale italiano, perché all’inizio si chiamava così, un giornalista che non si definisce un attivista pubblica un libro di storie e non di Storia, intervistando persone LGBT che lo hanno affascinato e di cui lo affascinava la vita di militanza. Prospettive di parte, perché non è tutt’oro ciò che luccica.

Leggi di più

VEDI NAPOLI E POI?

ITB Berlino, la più importante fiera mondiale del settore dei viaggi, dopo un anno di pausa si è tenuta nuovamente a marzo in versione digitale. ENIT, la nostra agenzia nazionale del turismo, è stata “presenting partner” del programma LGBT, ma non tutto sembra essere sotto controllo o condiviso. Da quali parti stiamo girando?

Leggi di più

IL PREZZO DELLA FAVOLOSITÀ

Cinquant’anni fa usciva sugli schermi cinematografici italiani Splendori e miserie di Madame Royale interpretata da uno strepitoso Ugo Tognazzi. Una pellicola a tematica gay considerata minore ma che nel tempo è diventata di culto. Un accuratissimo libro le rende un appassionato omaggio facendo scoprire ogni più recondito mistero.

Leggi di più

ONDA SONORA PRIDE

PRIDE il mensile gay italiano nel giugno 2005 sponsorizzò la prima raccolta di canzoni a tematica LGBT della storia della musica italiana, nata “dalla collaborazione, assolutamente improbabile, fra due gay dichiarati e due eterosessuali non pentiti”. La compilation, completamente riammodernata, è stata ora pubblicata online per ridarci la possibilità di vivere l’orgoglio sulle sette note.

Leggi di più

ROLLING STONEWALL

Sono passati 50 anni da quel fatidico 28 giugno 1969. Che a scatenare la rivolta sia stato un tacco a spillo o una bottiglia di gin contro un poliziotto poco importa, perché l’effetto fu devastante. Nell’immaginario del mondo omosessuale e transessuale qualcosa cambiò, come se avessimo iniziato a esistere realmente solo da quel giorno. Ma cosa accadde davvero?

Leggi di più
Caricamento in corso